mercoledì 9 marzo 2016

8 marzo 2016


Che notte stanotte! Quando tornerete a casa, ancora con le mani unte per aver toccato i muscoli guizzanti di quei maschioni in perizoma... mmm...

beh non dimenticate di passare a leggere il mio facebook! Perchè ce ne sono anche lì di maschioni, ma non solo per questo, ma perché se qui passo una volta al mese, là ci sto tutto il giorno! Certo, dirò cose meno importanti, meno studiate, non ci sono i racconti però c'è la vita vera, quello che succede, le piccole cose. Lo trovate qua sulla barra in alto, vi porta direttamente al mio profilo di facebook di Semprini Nadia, che poi è dreamer lo sapete già.
Siccome ultimamente ho conosciuto un ragazzo di Kuala Lumpur, in Malesia, mi è sembrato giusto festeggiare con il più bello di quel posto là, guardate che roba!!! 

credits: Facebook Men's Health Malaysia  (link)

E come foto della neve in Italia (che tenero, voleva vedere la neve...) gli ho mandato delle foto bellissime del Monte Carpegna, che è una deliziosa stazione sciistica qua vicino alla costa, in zona Rimini - San Marino. Uno spettacolo!!! Eh sì, dalla montagna vedere il mare è una cosa unica, se cliccate qui ci sono alcune foto molto belle, non posso prenderle ma vi ci posso far arrivare! Ecco dei siti pieni di foto: webcam Carpegna tempo reale, video Carpegna info sciare, www. eremo carpegna 

Sono sicura che vi innamorerete!!! E magari adesso ci mettiamo pure una foto di una bellezza locale, esisterà ancora mister Italia? E sì, c'è, e vi dirò che ci siamo, come genere, abbiamo quasi gli stessi gusti della Malesia. Ve lo devo far vedere, una fotina piccola piccola... e vi rimando all'articolo così lo ammirate in tutto il suo splendore, qui la metto al minimo possibile, anzi proprio un particolare, appena appena... Eccolo qua, il signor Bivi. Che insomma, potrebbe essere il figlio di Roen Cian della foto sopra, non ci manca niente. 
Per vederlo intero, a tutta pagina e con il fisicaccio che si ritrova, vi rimando all'articolo di Udine20.it sulla vittoria del ventitreenne. Perchè anche se ci hanno dato delle mamme snaturate che regalano i figli ai pedofili (per la storia della sfida delle mamme), e se adesso ci dicono che siamo tutte troie e facciamo schifo a guardare gli spogliarelli dell'8 marzo, a noi non importa. Tutte offese gratuite, alzi la mano l'uomo che non ha mai guardato con desiderio un corpo, è la natura!!! E che cavolo, loro ci vogliono perfette mentre i maschi vogliono convincerci che la pancetta è simpatica, la barba fa rude e non lavarsi per giorni fa selvaggio... dai, su, che l'uomo statuario è una necessità, è la nostra specie al suo top, è il maschio Alfa. E poche storie. Girassero tutto l'anno, con quei costumini!!! :) 

A questo punto si eclissa la dolcezza delle mie volpine che si abbracciano davanti allo schermo del pc... ma noi donne siamo tante cose, dolcezza e violenza, amore e sesso, sappiamo fare del bene ma anche essere di una cattiveria infinita, siamo tutto e il contratio di tutto, mai comode nelle definizioni, mai del tutto capite, mai chiare nemmeno a noi stesse. 

Curiosi gli uomini, in questa giornata. Chi mette generiche odi a tutte le donne e alle loro doti, per prendere like. Chi sfrutta l'occasione per l'acchiappo, è una data tattica, come capodanno e natale, puoi contattare qualcuno senza che sembri una cosa molesta, nella confusione... e un "auguri" tira un "come stai" e poi ci si sposa, dai. E' facile, la favola moderna. Per altre cosette di poco conto (così come le trovate su facebook) leggete dopo le volpine, noi ci salutiamo qui, ciaooo!!!
Nadia dreamer



Le immagini di questo articolo, se non specificato diversamente, sono disegni o fotografie di Nadia Semprini (Dreamer), tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione. 

Se desiderate condividerle, potete trovarle nella mia pagine facebook “Dreamer: storie e fumetti” e “Fibro fumetto sulla fibromialgia”, raggiungibili cliccando sulla barra in alto. 


Grazie della visita e arrivederci alla prossima passione su Dreamer Passion!

----Extended version----

2 ore fa
Stupidaggini assortite: continuo a giocare a World Chef e nel modo regolare, senza le aste di oggetti e i trucchi, e senza spendere un euro naturalmente, sennò è troppo facile. Qui i miei clienti preferiti, Dan e Phil: 


5 ore fa
Quanto sono dispersiva!!! Ma chi non lo è? Sto scrivendo e vado ad aprire il blog per copiare un pezzo del racconto, che a cercare il file nella memoria del vecchio computer sarebbe un impazzimento... Ok, apro il blog e vedo che le visualizzazioni sono oltre 87mila!!! Dai, troppo bello, faccio lo screenshot e lo pubblico qui su facebook tutta felice. 

E poi mi cade l'occhio sulla volpina della festa dell'8 marzo, ve la metto qui nella foto, e vedo che l'hanno condivisa, una persona che non conosco ma è tra gli amici, ma grazie!!! Ma uffa che tonta, non ho messo la firma sul mio capolavoro! 

E allora apro paint e ci metto la firma, sia alla versione quadrata che alla copertina. Ma sai perché l'ho fatta così? Ieri sera avevo fatto uno screenshot del gioco di modelle e non mi ricordavo come ottenerne una immagine, non mi ricordavo l'ovvia soluzione di appiccicarla in paint. In realtà non eravamo nemmeno troppo sicuri della combinazione di tasti, e mia figlia mi dice: dai, apri word e intanto vedi se erano quelli giusti, se ha preso. 

E sì, lo incolla in questo file. Per caso vedo in altro che questa immagine inserita si può elaborare anche con le cornici, e trovo bellissima quella ovale. La metto a tutto schermo e mi piace, annuncio: quando cucirò i vestiti di Barbie avrò uno sfondo tutto bello dietro per fare la sfilata!!! Ci metto le volpine per fare una prova e sono dolcissime, così abbracciate, devo fare una foto!!! 

Prendo il tablet e vado per scattare, in quel momento mia figlia era già andata a giocare con Farm Heroes saga e come sfondo non mi piaceva. Toglilo, metti di nuovo word! le ordino. Ma non c'entra niente quello sfondo lì e allora parte la ricerca di una foto di mimosa abbastanza grande e carina. E già che ci siamo scopriamo che fino a 70 anni fa non c'era sta tortura della mimosa e che venne scelto - si narra - come simbolo della giornata della donna solo perchè era il più economico dato che cresce quasi selvatico. E' economico anche oggi, vero? 

E allora tondo ovale, foto alle volpi e via. Senza pensare alla firma. Sistemata sta cosa della firma mi arriva mia mamma per prendere i panni da lavare, e via a chiacchierare sullo spogliarello di stasera: ah, io più di 10 euro non gli dò! E lei: io gli tiro le 500 lire vecchie, che la banca non me le ha volute cambiare. 

Una cosa e un'altra, panino con la nutella e caffé, messaggi a cui rispondere senza perdere un momento (eh, interlocutori pressanti: ci sei? perché non rispondi? vedo che ci sei!), e alla fine eccomi qua che sono le 4 e mezza, piove ed è già buio. Quindi cosa dovevo fare? Ah, andare sul blog a leggere Seduzioni Virtuali edizione 2015. A dopo!!!


7 ore fa
Stressata
Mille imprevisti, è una settimana terribile! Mentre tutto scorreva relativamente tranquillo e noioso, negli ultimi tempi. Giorni tutti uguali, noia. Quando cambia qualcosa, non è mai qualcosa, è tutto, e si arriva all'eccesso opposto. In una parola stress. Troppo di tutto è stress, troppo di niente è stress uguale. 
Non ho detto niente di nuovo, ma non ho nessuno davanti su cui scaricare questo benedetto stress e allora mi accontento di una brontolata virtuale. Che non è che cambi molto le cose, ma l'abbraccio virtuale che poi la segue sì.


12 ore fa
Un racconto PER TUTTE LE DONNE
I lavori di scrittura sono lunghi e non c'è molto da mostrare, mi dispiace  :(Emoticon smile 
Sappiate che sto lavorando per migliorare e dare il massimo: Seduzioni Virtuali, nella sua forma definitiva, sarà ricco, sconvolgente, profondo, ammiccante, una lettura piacevole per le donne e illuminante per gli uomini, se vogliono capire come siamo davvero.

domenica 6 marzo 2016

Domenica d'agosto, che caldo fa...

Ciao come va? Il tempo è un po' pazzo, nevica, o piove come un matto, avete visto tutti cosa succede. La cosa importante però è un'altra, è toccare con mano la gente. Che non è quella della tv, dei cosiddetti people show, talk show, talent eccetera. È parlare con le persone e sentire che la barriera cade. L'amicizia tra persone uguali, di famiglia, gli amici più stretti. L' amicizia tra persone di sesso diverso, di età diversa, di nazionalità diversa, di lingua, religione, razza diversa e trovarsi tutti uguali, terrestri, umani. Senza pregiudizio nè chiusura a prescindere. Poi Internet resta più sicuro rispetto all'idea di fermare gente per strada e intavolare una discussione, quindi mi chiedo perché invece resta un mezzo per odiare, per fare i gruppetti e ribadire le differenze. Non lo capisco... è troppo bello sentirsi cittadini del mondo, di questo piccolo pianeta, con gli stessi sentimenti, valori. Utopia, se voglio pensare che tutta la gente si vuole bene, non succederà mai, però dico solo che se avvicini in amicizia una persona di qualsiasi parte del mondo, alla fine, troverai una persona come te. È raro, è difficile, ma quante volte viaggiando avete trovato persone gentili e calorose, sono incontri belli. Tutto qua, ripensavo a certe chiacchierate, mi piace avere amici dappertutto... appena ho tempo voglio approfondire, ora sono di corsa, giusto un salutino. Ciaoooo!!!!

mercoledì 2 marzo 2016

E alla fine arriva la Nadia

Era ora!

Dopo tanto tribolare, ecco finalmente che arriva la vera me! E sono troppo contenta che potete vedermi come realmente sono. La malattia è pesante, e dopo molti anni una persona si sente la malattia, e tutti la vedono così.
Da sabato scorso no, mi sento bene, sono felice, sono me stessa. Perché le cose iniziano a girare dal verso giusto, perché inizio a essere percepita in un altro modo, perché il dolore diminuisce, è tutto un circolo virtuoso di benessere. Funziona così, perché il mio corpo distrugge la serotonina e non ne ho abbastanza in circolo, quindi non ho difese contro lo stress e le preoccupazioni, una persona normale lo tollera perché ha la serotonina che lo compensa, e poi a un certo punto inizia ad avvertirti, ma ce ne vuole! Per me invece ogni giorno è esasperante, è pesante, impossibile e il corpo ne risente in mille modi. Comunque oggi no, oggi va tutto bene, sono anche andata a fare una passeggiata in spiaggia con la mia amica, poi ho cucinato, ora sono stanchissima e ci sta, non sono abituata a tanto movimento, però sono anche contentissima. Viene fuori tutta un'altra persona, se non sto male: riesco ad essere simpatica, capace, utile, di compagnia, insomma è inutile che lo spieghi, ognuno di voi è poco simpatico e poco efficiente da ammalato, no? Solo che quando una malattia dura mesi ed anni, si fa molta fatica a ritrovare la persona che si conosceva, e scatta il rifiuto. È  automatico e molto crudele. Però poi torna il sereno, anche se per pochi giorni, e sono FELICE. Riesco a lavorare, a scrivere, ho meno confusione, mi ricordo meglio, riesco a creare... e pian pianino ne trarrà beneficio anche il blog. Non lo diamo per spacciato, potrò aggiungerci qualcosa di bello. E ora buona giornata a tutti!!!