domenica 14 settembre 2014

Pinterest per trovare uno stile - Pareti

Le seguenti immagini arrivano tutte da Pinterest, le ho pinnate nelle mie rubriche. Non sto a scrivere i credits per ognuna, diventerei scema. Se andate nella rubrica e cliccate, automaticamente vi linkerà ai siti e ai tutorial relativi. Detto ciò, facciamo una carrellata generale.

Il mio Pinterest 
http://it.pinterest.com/nadiadreamers/

arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

Vediamo cosa c'è. La prima cosa che ho cercato sono i muri:

Continuo dopo la pizza o domani. 
Ci sono altri post nuovi da leggere, ciao!

arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

Eccomi qua, dopo la pizza (era grandiosa! Formaggio filante!!!) e dopo aver sbirciato online il depliant dell'Obi - tante tante stufe, giardinaggio e poi qualche scatola e grucce per l'armadio, che è tempo di cambio di stagione - e fisicamente quello di Mondo Convenienza che è arrivato oggi. Non so se mi è sfuggito, ho dato una letta veloce, ma stavolta hanno evitato di usare il vassoio dell'Ikea per le ambientazioni! Dai, non ha senso! Si vede che qualcun altro l'ha notato, eheh. Oppure hanno imparato a crearsi uno stile personale e unico. 


fantastico allestimento... Adoro come sanno creare le stanze...
in termini di "cornice", del non vendibile, dalla parete ai soprammobili,
 alle coperte, tappeti, illuminazione... 
è per questo che tanti arredi che in negozio ci fanno innamorare, 
ma a casa non funzionano...

La copertina stavolta non mi piace molto... Se ricordate cosa ho detto nei post precedenti, non amo le stanze con pochi colori, e immaginare una intera casa dello stesso colore mi fa sentire male! Per carità, ho problemi a coordinare cucina e sala ora che sono nello stesso open space (erano nati per essere indipendenti, nell'altra casa di Gabicce, e sono diverse le essenze del legno e lo stile), ma nemmeno mi arrenderò mai a una piattezza del genere! Vedo se trovo la foto in rete che non mi va di scannerizzarlo. Eccolo qua:



arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

Mi ci vedreste ad abitare in una casa tutta bianca e beige??? E non è finita, se girate il libro c'è l'offerta tutta beige, pure il divano! Aaargh!!! Non è il mio stile. E anche per le pareti, per restare nel tema, non è che mi propongano dei grandi accenti di colore. Spicca solo questa striscia color senape andata a male (complimenti al grafico, quello degli azzurrini carini degli scorsi anni è morto?), tipo la maglietta che aveva la Carla di Enzo-e-Carla, l'altra sera a "Ma come ti vesti?". E diceva alla vittima che si vestiva male! Ma per carità... 

Ah ah, da come parlo oggi sembro proprio una despota, come se andasse bene solo quello che dico io! No, non è così, sono la persona più dubbiosa del mondo invece, basta che mi dite qualcosa e io cambierò strada. Fin troppo plasmabile. Per queste pareti però ho carta bianca (e muro bianco, che odio, è la quintessenza del nulla e del ghiaccio) e farò un po' come mi pare, un po' come mi piace, un po' come viene. 

arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

Torniamo al nostro fedele Pinterest:
mi servono pareti che siano belle ma anche servano a qualcosa, che lo spazio verticale e "da aggancio" va sfruttato il più possibile...

arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

Mai monterò uno steccato o un pallet (vanno ancora di moda?) al muro, però le sciarpe e i foulard hanno bisogno di un posto, specie quelli che si indossano ogni giorno. All'attaccapanni sopra al cappotto scivolano. Questa foto, anche se sapevo dall'inizio che non l'avrei copiato, ha un suo perché... e mi ha suggerito di dedicare un piccolo spazio verticale vicino al portone proprio per questo genere di cose: foulard e sciarpine, alla fine saranno due o tre, non troppe, siamo solo due donne. I nostri uomini non usano la sciarpa, è un'antipatia geneticamente tramandata! 

Vi dirò che ho anche i ganci adatti, per questa operazione - li ho costruiti con una bottiglia di yogurt, non spendo soldi in cose che posso rimediare e inchiodare io stessa - e la parete designata è questa qui: 


arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

A destra del puzzle, come vedete, c'è giusto lo spazio per un paio di ganci per sciarpine! O per una borsettina di quelle micro che uso quando vado a camminare. 

Se avete letto il programma generale, nella pagina "Boh and Order" dedicata all'ordine e all'arredamento, questa è la parete che vorrei dedicare al mare. 
Già ci sono questi tocchi tropicali, in più continua a sinistra, dopo l'apertura che porta in cucina, con un piccolo muro dove ci sono il citofono e il termostato, e un portachiavi ornamentale (ogni volta che lo usa mio marito lo fa cadere, ormai è più colla che ceramica) con il gabbiano, preso in Galles, credo. Comunque sull'Oceano, in un viaggio in Gran Bretagna.


Un modo per appendere cose... 
dove potrei usarlo? Come si costruisce???
Però è carino!

Ancora un paio di foto e io vi saluto, che domani inizia la scuola!!! Lascio la cameretta (il fisso è qui, che ci devo fare?) e vi aspetto per nuove chiacchierate. E presto ritorneranno anche i disegni e le storie, il tempo di riorganizzare i materiali :) Bye bye!!! 


Questa non è male ma non posso farla da sola...

arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

ecco, adesso quasi ci siamo... l'idea è quella di avere appesi dei quadri
che ricordino qualcosa. Non i viaggi perché sono 15 anni che non viaggio, se non qui attorno;
 piuttosto i bei momenti vissuti con la famiglia...
i contenitori potranno essere di cartone o di plastica, perchè
rimediare il legno sarebbe una (piccola) spesa.
Non è tirchieria mia, è che non mi daranno mai il budget per questo, lo so...  


Quando si ristruttura si ammucchia tutto e sono dolori... no, è una scusa, o solo una parte del problema, è che non ho tenuto in ordine come avrei dovuto. Ed è proprio per questo che voglio buttarmi in questo progetto con più informazioni possibili, le soluzioni più giuste ed economiche, spiegazioni per realizzare da sola le cose di mio gusto. Alla prossima!!!

arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

arredamento.... pareti.... quadri.... pannelli..... fai da te..... diy.......walls...........decorate.....art

>> Conoscete la pagina Boh and Order?

Probabilmente no, o se avete già curiosato avete visto che era ancora vuota... Rimediamo subito.


 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............
Il mio universo è fatto di caos. Ci penso sempre, sogno le case delle riviste... 
Questa e le foto seguenti, dalla mia bacheca Pinterest "Home sweet home" link

La soluzione? La troverò presto, sono fiduciosa. Il web è pieno di consigli, vuoi che non riesca a trovare un sistema adatto a me? Ok, io sono particolare, originale, strana, ma qualcosa di mio gusto, e per le mie esigenze l'ho già adocchiato! Volete vedere come ho sistemato la mia casa? O almeno quali regole d'oro ho rispettato? 


 
 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............
La lotta con il disordine ci aspetta ad ogni cassetto... HELP


E deve essere graziosa, non solo pratica...

In questi mesi di agosto e settembre 2014 ho pensato molto a come organizzare la casa e risolvere alcuni problemucci (cose perse, smarrite, affogate da qualche parte, ma dove???), ero senza computer quindi qui avete trovato un lavoro a metà, pagine bianche e post vecchi, scusate. Vedrete presto cosa ho architettato in questo periodo di solo tablet, c'è tanta roba! E anche tanti contenuti per questa rubrica, la prima che vado a completare. Pronti, via!!! Scannerizziamo :)


 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............


___________ la presentazione del progetto agosto 2014, mi veniva meglio in questa forma, che solo a parole... ci vogliono i disegnini, sono molto esplicativi, no? ;)


 Sì, potevo scrivere un tantino meglio, ahah! Conta il concetto.




 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............


 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............

Aggiungerò tante altre cose e tanti link, sia a facebook che a Pinterest che ai siti che ho trovato più utili e intelligenti. Vi aspetto qui la prossima volta, cliccate in alto dove ci sono tutte le pagine, troverete anche Boh and Order. Ciaooo!!!!

 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............

Post recenti che potrebbero interessarti:
stop and go partenze e interruzioni, ma alla fine si vince

settembre, mese della casa di questi tempi ci piace 
riorganizzare, fare il cambio di stagione (per forza!), 
riconsiderare l'arredo della casa...

 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............

Dreamer Passion, il blog creativo, il blog dei sogni, il blog della Nadia. 

A presto!!!

martedì 9 settembre 2014

stop and go

Stop and go... fermarsi e ripartire, è un termine sportivo ormai esteso al linguaggio comune. Diciamo alti e bassi, oppure dalle stelle alle stalle! Quindi? Di cosa voglio parlare? Vediamo se indovinate.
Valentino Rossi.......... the doctor...........Moto GP .......... 46...............Misano................
Con la mia figlioletta!!! (io sono quella più bassa a sinistra...)

Valentino Rossi.......... the doctor...........Moto GP .......... 46...............Misano................
stop and go
Arrivando qui nel mio blog è la prima cosa che mi viene in mente. Parto con entusiasmo in nuove avventure,  poi devo fermarmi, quindi riparto di nuovo, e ancora arrivano i problemi...
Anche se nella mia vita gli alti e bassi sono esagerati, credo di aver capito una cosa: non dovrebbero condizionare il mio lavoro di blogger.

Credo che dovrei smettere di sentirmi in colpa e -di conseguenza- di giustificarmi se non sono produttiva come avevo sognato. Credo che sia ora di accettare questo ritmo, lo stop and go continuo. Colpa della malattia ma anche mio. Nel senso che reagisco male, vorrei continuare la mia corsa senza ostacoli, perché è un progetto che mi prende molto (ogni progetto è così, li scelgo io, non faccio ancora commissioni).

Ma succede, ogni volta, e non dovrei stupirmi perché lo so. I dolori, i vari disagi, possono rallentare ma ancora si riesce a fare qualcosa. La stanchezza cronica è il sintomo che non si può combattere in alcun modo, ti senti sfinito come dopo una brutta influenza, devi restare sdraiato e aspettare...

il bel mare che abbiamo qua (Parco San Bartolo, Marche)

E se affronto combattiva e forte gli altri aspetti della malattia, invece la stanchezza cronica mi spegne, anche nel morale, mi spezza. Devo essere più determinata, anche restare più tranquilla perché poi passa, ci vuole un grande sforzo di autostima. In quei giorni terribili, in cui sono imprigionata nel mio corpo, e non riesco a stare in piedi né seduta, comincio a fare pensieri disperati. Vedo solo la situazione in atto, mi vedo inutile e fallita, quindi in automatico cancello dalla mia mente tutti i progetti. E questo non aiuta la mia attività di blogger, perchè dopo ogni periodaccio di quelli davvero brutti e lunghi (diciamo stare a letto per almeno 20 giorni di fila... e stavolta sono già 40, tremendo) ogni idea è resettata, mi sento uno straccio.  La cosa curiosa, ora ci rido ma è grave, è che mi dico: "Guarda come sono ridotta, se ho dei fans è uno sbaglio! Se mio marito mi adora è uno sbaglio! Se apprezzano i miei lavori si sbagliano tutti!" Certo non è il mood adatto per ripartire grintosa e riprendere in mano i progetti. Come sono strana!!!


Guardare "Camp Pikachu" è sempre una gran consolazione  :)  Qui


Quindi il tema e il buon proposito di questo articolo è "devo imparare a ripartire, veloce, dopo ogni stop, senza deprimermi". La stanchezza passa, la depressione insorta rimane e va a contaminare i primi giorni di forze. Non solo i primi, a volte sono mesi interi di totale apatia e indifferenza, disinteresse totale! Tanto tempo, non va bene... E se devo aspettare che mi tornino la fiducia, l'amore e l'entusiasmo per il mio lavoro...

Chi sta male (abbiamo tutti qualcosa, lo so, più o meno infastidente) mi potrà capire. Altro elemento a mio svantaggio, il fatto che si tratta di un hobby: se trovo facilmente un motivo per pulire la casa o sbrigare incombenze domestiche, è molto più difficile autoconvincersi, quando ci si sente spregevole e incapace, a riprendere un'attività artistica o di scrittura. Non me ne frega niente, ecco cosa accade. Questa volta non deve ripetersi tutta la storia, no!

Valentino Rossi.......... the doctor...........Moto GP .......... 46...............Misano................

Avevo scelto il titolo stop and go, forse meglio sarebbe "go and stop", anche leggendo gli ultimi annunci: la summeravigliosa che poi è stata minima, sul blog almeno (molto ricca di persone e luohhi, vi racconterò) e tanti grandiosi ritorni in attività... da fuori è patetico, ma se avete intuito come funziona, vedete che ci sono i punti massimi di ispirazione, seguiti poi da ritorni di basso profilo, senza più grinta, sfiancati e annientati da una degenza a letto troppo lunga. Si vede quasi il grafico della mia salute, dove l'apice della creatività e della convinzione arriva dopo un mesetto di (diciamo) salute, e quindi a ridosso di una nuova crisi! Non ho mai il tempo materiale per realizzare le cose. L'avete visto molte volte: non faccio in tempo ad annunciarvi un nuovo progetto, che ritorna subito la fase pessima! L'unica soluzione è ripartire subito, seppur senza convinzione.

La Panoramica, paradiso dei motociclisti. 
Se non sai fare la Pano non vali molto!

Risalire subito a cavallo, è un consiglio classico. Eppure non ci avevo mai provato.
Cullata anche dal fatto che ho persone molto comprensive al mio fianco, che mi fanno accettare in modo zen ogni fase, ogni periodo di disinteresse. Insomma, per i miei amici è comprensibile e va bene lo stesso se mi prendo delle pause. Io non sono così permissiva, anzi lo vedo come un errore enorme! Sono severa con me stessa, so di poter fare di più, e forse potrò riuscirci se riparto e basta, senza pensarci. Come se lavorassi: dopo le ferie si torna in automatico al lavoro, non si aspetta l'ispirazione o si chiama il capo: "per qualche giorno resto a casa, mi sento inadeguato... Mi sa che ha sbagliato ad assumermi!". Ah ah, bella telefonata, eh?
Questo paragone fa sembrare la mia reazione molto stupida, ma vi assicuro che il pensiero di non essere normale, di avere delle disabilità, di essere impossibilitati a fare... ti martella in testa e dice "non sei una buona madre" "non sei una brava moglie" "non sei una perfetta casalinga" "come artista fai ridere" ecc. ecc. Ci va pesante!
Questa volta (sono appena uscita dalla fase vegetale, letto, bagno e tv, l'essenziale più essenziale!)  Provo a risalire subito in sella, che ho mille attività in corso, che mi piacciono. Tra poco mi piaceranno di più, ma anche ora meritano la mia attenzione. Stop and go, stavolta. Subito, senza pensarci tanto.Fate il tifo per me!!!


Valentino Rossi.......... the doctor...........Moto GP .......... 46...............Misano................

Bacioni e alla prossima!!! (Avete letto che sono anche su Pinterest? Ho i link nel mio facebook, che qui ancora non posso metterli. È stato un buon modo per mantenere vivo l'entusiasmo, l'ho usato in modo professionale, ricerche sul disegno e sull'arredamento) Ci vediamo qui! Seguitemi anche nella mia paginetta facebook, ho bisogno del vostro sostegno, like e condivisioni! Fanno morale ;) 

Per voi _ Ho in programma una serie di articoli -già scritti, tranquilli, non è un progetto "un giorno lo farò"!!!- sull'arredamento e il fai da te geniale. Ciaoooo!!!


Valentino. Notare il nuovo casco!!!

News - Tanti richiami alle moto e non parlo del MotoGP che questa settimana è a Misano, così vicino a casa mia? Valentino (non so come faccia) ogni volta che è in Italia, e specialmente qua, fa dei numeri eccezionali e riesce a piazzarsi nella pole e anche sul podio. Non posso darvi dati certi, caschi rossi e tempi, non sono una fanatica, ma so che qua fa sempre bene, e ne sono contenta. E' pur sempre un quasi concittadino, la sua natia Tavullia inizia proprio qui davanti sulla collina!!!


Valentino Rossi.......... the doctor...........Moto GP .......... 46...............Misano................

Su, salite, facciamo un giro del circuito! Qui
Autodromo di Santamonica/ Misano World Circuit / World Circuit Marco Simoncelli (ebbene sì,ogni dieci anni cambia nome, questo però è il più adatto, non si poteva fare altrimenti. C'è anche un museo, nell'entroterra,vorrei proprio visitarlo.)

E questo era il 265esimo post di Dreamer Passion! Foto mie (a parte gli screenshot da youtube, si capisce). Bye!!!♡♡♡♡


Valentino Rossi.......... the doctor...........Moto GP .......... 46...............Misano................

E ora, se permettete, farò un gran copia e incolla da Pinterest e Facebook a qui... c'è più di un mese da recuperare! 
Se non mi trovate qui, se vedete che c'è un articolo vecchio, cercatemi negli altri posti:
- profilo facebook Semprini Nadia
- pagina facebook artistica "Dreamer: storie e fumetti"
- gruppo facebook sulla malattia " 'Fibromialgia per le famiglie" 
- il mio Pinterest!!! Qui  Ho creato una valanga di rubriche!!! 

Ritorno al mio video scemo: "Camp Pikachu" . . .
Awww!!! Non sono carinissimi i Pichu Brothers? 
Quelli che disegno spesso anche io, certo, li avete riconosciuti!

CIAOOOOO!!!

Valentino Rossi.......... the doctor...........Moto GP .......... 46...............Misano................

Dreamer Passion, il blog creativo, il blog dei sogni, il blog della Nadia. 

A presto!!!

sabato 6 settembre 2014

Settembre, mese della casa


Le campagne vicino a casa (tocco fiammingo, io nello specchio, lol)

Forse per voi è il mese del rientro a scuola, al lavoro, il mese dell'autunno... però per esempio il dépliant del negozio di bricolage è d'accordo con me, perché dice: "Vacanza terminata, casa sistemata". Vabbè che per loro del negozio, ogni momento è buono! E anche per me, è una passione che non ha stagione...

Da qui si arriva ai volantini di bricolage, molto comodo averli tutti sotto mano... 

Infatti è una grande passione, per tutte noi donne di poco budget e grandi sogni... 

Su Pinterest ho scoperto migliaia di appassionate come me, rubriche di arredo, mobili, progettini fai da te, troppo bello! E' il mio mondo!!!
Ecco le mie rubriche di Pinterest, seguitemi. Imperativo, senza pensarci un attimo, fatelo.

Ho scovato questo e molte altri progettini vezzosi!!!

Oh, quanto adoro Color Splash sul 49, voi no? Una delle ultime stanze che ho visto progettare e montare. Le colonne di tronchi dovevano venire diverse, non quella stortura, ma è colpa dell'artista del legno, che ci vuoi fare? Mix di materiali su toni armoniosi, quindi all'occhio risulta gradevole. Non ci starei mai, in un salotto così, ma sono stati bravi. Preferisco le puntate coi progetti più colorati!!! Del resto, è Color Splash...

Già questo progetto mi piace di più. Per mettere i lampadari, David ha fatto impazzire l'elettricista: ha messo dei bicchieri per terra in corrispondenza dei punti dove li voleva montati... Voglio provarci anche io col mio, quanti secondi aspetterà prima di mandarmi a quel paese???

Se vi interessa il sito ufficiale di Fine Living, in inglese...

Ancora dal mio Pinterest, foto pinnate (si dice così, so che è bruttissimo!!!)



Tutto questo preambolo per dirvi che ho in mente nuovi progetti di decorazione, e un nuovo coraggioso assalto al mio archivio caotico! 

Riordinare ha la precedenza. Uffa. Non mi piace, ma saranno di stimolo e pungolo le fantastiche idee che ho trovato su Pinterest, su come abbellire la mia casetta. Delle trovate fortissime, facili e veloci, naturalmente low cost! Non vedo l'ora: gufi, scatole, quadri, cuscini...
Ho già scritto molto su queste nuove idee, su alcuni foglietti che comporranno un ulteriore articolo per questa bella rubrica chiamata Boh and Order. 
Il cancello della mia casa da single...

 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............

Su questo blog, vedi anche la pagina BOH AND ORDER

Qui scrivo perché mi serve il vostro sostegno morale: non so proprio cosa troverò! Regola d'oro per organizzarsi è "conosci quello che hai" (almeno così ho letto in un sito, mi fido), e per saperlo devo aprire, una dopo l'altra, queste scatole sparse per casa...

Al momento ho individuato due macro-insiemi: i progetti e il materiale per i progetti.
Adesso guarderò in qualche scatola e scoprirò che cosa avevo progettato con tanto entusiasmo. Boh? Non mi ricordo di certo! Quanti progetti troverò? Credo più di duecento! A dopo...

Ah ah, le mie foto al Brico! Che scema :) Chi si fa le foto al brico???

Però c'era roba carina, dai...

Il primo obiettivo è avere un pochino di ordine. Come qui sotto, almeno, in questa altra foto pinnata:

- Episodio personale: la moglie di Attila e il marito stressante

Avere un po' di ordine, sì. Senza che qualcuno, QUALCUNO (mio marito, ovvio) mi faccia le palle: "Guarda che casa! Guarda che casino, non ci si passa, butta via questa mondezza". Se avessi un laboratorio, terrei lì il mio caos creativo ma caspita qui ci sono solo due stanze!!! Molto logico, molto giustificata, eppure ci piango sempre ogni volta che me lo dice. E l'altra sera non è stata solo una breve crisi di pianto, abbiamo avuto "la moglie di Attila incazzata". E ho detto tutto...

Ho distrutto una decina di oggetti, spaccato uno sportello, sbattuto con tutta la mia forza le porte con l'intento di scardinarle (per fortuna non ho energie!), e tutto questo perchè avevo appena iniziato un lavoro e ho dovuto interrompere per i dolori sopraggiunti di nuovo, forti. Non potevo continuare, non potevo stare in piedi né seduta, ho preso tutto quello che c'era sul tavolo (della cucina, unica superficie utilizzabile per queste cose, ma è chiaro che poi ai pasti serve, non c'è un altro tavolo in casa) e l'ho appoggiato sul tavolino del salotto. Le piccole cose che dovevo organizzare nel cassetto, buttate alla rinfusa di nuovo dentro. 


Facile immaginare che nonostante le mie buone intenzioni, il risultato è stato un peggioramento della situazione, e lui mi sgriderà finché non sembrerà tutto in ordine. Sembrerà, è questa la parola chiave, basta che sembri a posto esternamente. Ma sono stanca di nascondere tutto negli sportelli, tutto mischiato, cosicché da fuori sembri ok. Devo lavorarci, datemi il tempo materiale, e lo spazio che serve per questo lavoro. Dove vado a dividerla la roba in categorie, in un cassetto? Dentro l'armadio? Ma lui è un brontolone dei più tipici e ripetitivi, non voleva nemmeno i panni sul letto quando facevo il cambio di stagione... scusa, dove appoggio??? Mentre si lavora, è normale che ci sia caos. Se è capace di fare diversamente mi spieghi.

Un assaggio dei miei metodi... ahahah! no, è una foto che ho trovato... Su Pinterest è forte, le foto ti mandano al sito relativo, non sto a mettere i credits li vedete là, se vi interessa. Miauuu
link a questa foto, nella mia rubrica P "dreamer - new diy ideas"

Questa volta mi sono arrabbiata tantissimo, unico mio pensiero le critiche che sarebbero arrivate. 

Non sono state immediate, ma sono arrivate, a un giorno di distanza! Che palle!!! E lasciami fare. Ho detto a mia figlia: "Cosa ti avevo detto? Hai visto che lo ha detto? Piangevo per un motivo! Tu credevi che non avrebbe criticato, ma io lo so..." Ci sto male, mi dispiace, ma nemmeno ho la bacchetta magica. Qualsiasi altra donna di casa, anche sana, credo che faccia confusione quando riordina e pulisce. Come fai a pulire senza togliere gli oggetti da armadi e sportelli? Come fai a riorganizzare se non vedi cosa c'è? 

La cucina, per esempio, l'ho già sistemata, dammi tempo... 
[tutto il progettone in un post, prossimamente, devo solo copiare da P e facebook]
è tutto carino, basterebbe alzare gli occhi, no? Lui vede solo il lavandino pieno di piatti da lavare. 
La prossima volta mi compra la lavastoviglie...

Questa paretina che separa cucina e sala è venuta così bene, così leggera e chiara... Ma nemmeno un complimento, zero.

Anche la nicchia mi sembra venuta bene, non so di cosa si lamenta, c'è meno roba mia (penne colori etc., mi sacrifico e lo rendo più scomodo per me) e più spazio per frutta e cose da cucina. No, non ha apprezzato... Sono stanca, si accorge solo delle cose negative, non ho bisogno di un affossatore di morale, mi avvilisco già benissimo da sola :)

 ............ fai da te ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............

Ma qui i lavori sono più lunghi che altrove, lo so, e appena mi vede "fare arte" (se metto a posto o pulisco, aggiungo sempre un tocco di novità, che sia una scatolina nuova, o un quadretto incorniciato, mi stimola a fare un lavoro che diversamente odierei) mi stressa con frasi tipo: "Invece di fare quello, perchè non stiri /lavi i piatti/ fai una lavatrice/ fai la spesa/ pulisci il garage/ vai su Marte..." E' lampante che sono tutte cose impossibili, dalla prima all'ultima, ho così poca forza che non sto in piedi, che vuoi da me? Riordinare è un'attività molto più leggera, da fare seduta al tavolo, comodosa...  

Foto dei lavori in corso. Agosto. Il mese che ho avuto quella bruttissima reazione a un farmaco, il mese che ho passato a letto. Mi sembra di aver fatto abbastanza, per come mi avevano lasciato la casa, e per come stavo male, ma non basta mai...

Qui entrerebbero in gioco tanti altri motivi e discussioni, dovremmo parlarne nel mio gruppo facebook, di questi mariti che spingono e stressano per farci essere donne sane e produttive, ma non dipende mica da noi. Puoi spingere quanto ti pare, non cambierà niente. Ma io sarò enormemente più stressata e nervosa, cosa che acuisce i dolori. Mi sembra controproducente, ma continua a farlo, non la capisce...  

Basta altrimenti mi innervosisco un sacco, stavamo parlando di cose belle, della casa!!! 
pinnata nella mia rubrica "Home Sweet Home"

Non usciamo dal topic: settembre mese della casa. E alla fine, dopo una breve riflessione, ne sono convinta. E' proprio il mese in cui penso di più alla casa, assieme a gennaio (che sa di nuovo inizio e un buon proposito ci sta sempre bene). Anche gli altri anni mi ero sforzata di creare un ambiente più confortevole per la famiglia, specie di questi tempi che inizia la scuola!

Una data che non sento molto, perché poi lo so che i miei figli staranno molto tempo dalla nonna, è più comodo per loro, per il pullman e per gli amici, quindi va bene... certo che mi mancano, quando non tornano neppure la sera! Comunque preferisco che stiano in buona compagnia e che ci sia sempre un pasto pronto, è una cosa che io non posso garantire. Se vi chiedevate come faccio, con una famiglia di 4 persone e una malattia tanto bastarda, la risposta è che mi faccio aiutare. Non ce la si fa. Punto. 


 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............

C'è quindi una piccola differenza, quest'anno. Non è per la scuola. Il progetto casa parte da altre motivazioni. Pratiche. Artistiche anche. Non trovo il mio materiale, devo capire cosa c'è e cosa effettivamente mi serve. Per questo sto tirando fuori tutto. Non riesco più a lavorare, non si trova niente, né strumenti né disegni, appunti, storie. E' il caos più totale. Mi innervosisce dover andare piano, con tempi da lumaca, questo è irritante per tutti, ma voglio farlo. Voglio farlo lo stesso, non vado a ricomprarmi tutti i pennarelli solo perché non li trovo. Li cerco. E' una soluzione piuttosto logica, no? 

Ma qui mi vedono come una pazza...  se avessi un mio studio, una mia stanza da sbroglio (come si dice qui), anche la stanzetta dove si stira, in molte case c'è una stanzetta orfana, no? Qui i cm cubi sono contati, ed è terribile non potersi appoggiare da nessuna parte. Appena approdo su una superficie da lavoro (o il tavolo della cucina o la scrivania dei ragazzi, non c'è altro), mi dicono di mettere via la mia mondezza, non ne posso più!!! Ormai, dopo dieci anni che mi dedico a questi passatempi da reclusa (l'arte terapia fa tanto chic, nei migliori reparti di salute mentale!) dovrebbe essere chiaro che mi serve dello spazio. "Ma se è tutta roba tua..." Non credo proprio, avete idea di quanti documenti e quanti giocattoli e quante foto e dvd, videogiochi, peluche, libri, ricordi fisici (souvenir, bomboniere, coroncine della comunione, biglietti d'auguri dall'asilo, manufatti dei bimbi) ... di quanta roba sia della famiglia tutta? Quello che intendo fare è creare ordine, e la prima fase è la più brutta a vedersi: divide et impera. Sort, cioè classificare, organizzare... a forza di pin ho imparato - rinfrescato-  troppe parole inglesi! Quasi quasi penso prima in inglese e poi devo tradurre!!! 
Il post mi sembra di una lunghezza soddisfacente, vi rimando ai prossimi post specifici, uno per progetto. Che poi forse tornerò a linkare qui. Spero di ricordarmi. 

 ............ diy ........... arredamento ............ organizzare............storage............. ordine in casa...............

Post recenti che potrebbero interessarti:
stop and go partenze e interruzioni, ma alla fine si vince