venerdì 28 febbraio 2014

New Amori - puntata 15

NEW  by dreamer


Eloisa chiese alla collega Barbara: "Allora, ci parli del tuo Michele?"
Jessie si girò di scatto:”Michele chi?” Sentendo quel nome, aveva avuto un sussulto, e ora il cuore batteva all'impazzata.
E Barbara:”Uno... non lo conosci.”
No, bella!” e spostò un attimo Simone che le toglieva la visuale. “Te lo dico io se non lo conosco! Spara un po' il cognome!”
Sono fatti miei come fa di cognome!” replicò la rossa.
E a quel punto Jessie si alzò in piedi pronta a fare una delle sue piazzate.
Dai, ragazze non fate così...” cercava di calmarle Lola.
 Jessie - Simone  Mii by dreamer

Non fate così un corno! Se ha tanto la coda di paglia vuol dire che sta uscendo col mio ragazzo, e devo stare zitta?” le urlò contro Jessie.
Poi si aggregò Tessa: “You're right, se è il tuo ragazzo...”
Gemma al solito non parlava ma si vedeva che avrebbe voluto dire qualcosa per rabbonirle. Rimase con lo sguardo dispiaciuto e ansioso.
Se qualcuno si faceva i cazzi suoi...” sbraitò Barbara, guardando male la collega.
Eloisa:”E la miseria, ho fatto solo una domanda! Che ne sapevo che vi vedete con lo stesso ragazzo!”
Non è lo stesso ragazzo” asseriva Barbara.
E come lo sai, se non ti ho mai detto chi è il mio?” la attaccava Jessie, ancora in piedi, lo sguardo spaventato di Simone a squadrarla dal basso.
Che cavolo guardi tu! Non hai niente da fare in cucina? Non devi pulire i cessi?” Non poté risparmiare neppure il bel cameriere, che prese e se ne andò in silenzio.
Barbara - Eloisa -Lola   Mii by dreamer

Forza, Barbara, dimmi chi è! Dove abita? Com'è fatto? Hai una foto?” continuava.
Certo che sei buffa: ma secondo te, uno che esce con me ha ancora bisogno di qualcosa? Guarda che io lo so accontentare un uomo!”
E a questo punto, Simone fu molto felice di essere arrivato ormai alla porta e di potersene andare, lasciando quelle pazze a discutere tra loro.
Quando Jessie si accorse che stava uscendo, con voce suadente: “Simone, torna qui! Dai, basta che non mi fissi... “
Dopo... Devo lavorare.” e richiuse la porta dietro di sé.
Invece uno che esce con te, sì che ha bisogno di essere consolato, se lo tratti a pesci in faccia... Non mi stupirebbe se fosse davvero il tuo Michele!” infierì Barbara.
Lola si era stancata, urlò: “Adesso basta!”

     
Le altre ospiti: Tessa e Carla  - disegno by dreamer

Si zittirono tutte. “Vi ho invitate per una bella serata insieme ma state dando spettacolo... Volete stare calme?”
Certo che sentirsi dire così da quella che era considerata la più acida e brontolona del gruppo, le spiazzò parecchio. Dopo mesi a dire a Lola che urlava contro tutto e tutti, erano state capaci di fare lo stesso, pure in un luogo pubblico e davanti ad ospiti. 
“Da che pulpito viene la predica, mi diranno” pensava. Però tirò dritto:” Dai, se ve lo dico io che state esagerando vuol dire che state proprio esagerando!” Giocò di nuovo la carta dell'autoironia. Conosceva i propri difetti e doveva ammetterli davanti agli altri, meglio ancora se in situazioni utili. 

Una delle tante idee del guru, che lavorava per toglierla dal tunnel della depressione. “Forza, chi delle due ha una foto o dei dati su questo Michele, ci illumini così scopriremo se è lo stesso ragazzo.”
Si sentiva una maestrina delle elementari, davanti a bambini che non avevano nessuna intenzione di ascoltarla.
Tessa a Jessie:“Volevo parlarti del mio viaggio, poi stai col cameriere, poi gridi con loro...”
Tessa, per favore, non riguarda te.”
E certo, riguarda solo e sempre te! Always Jessie... non vedi oltre la tua faccia!” e Tessa si alzò e uscì arrabbiata dalla stanza.

      
le mie partite di Ruzzle

Lola non poteva crederci, un ammutinamento anzi peggio, l'anarchia totale. Stava per seguirla quando Jessie la fermò:”No, prima sentiamo il cognome. Tu Lola fai da arbitro.”
State delirando, ragazze...” commentò.
Lola, un momento soltanto! Chiedile il cognome e poi la finisco.”
Lola sospirò: “Ok, ti accontento. Barbara, puoi dirci il cognome del tuo Michele?”
Vi direi di no, ma mi avete talmente stressato che... va bene, si chiama Carbone. Contenta?” rivelò Barbara.
Sì, va bene. Il mio Michele non si chiama così.” concluse Jessie, come niente fosse. “Avete visto il mio Simone?”

Barbara- disegno by dreamer

Barbara, esasperata, prese anche lei la via della toilette. Poi, nella saletta, un lungo imbarazzante silenzio. Le tre tipe dell'ufficio parlottavano tra loro di rendiconti e riunioni, Jessie allungava il collo per vedere, al di là della piccola vetrata, dove fosse finito il suo cameriere preferito. Lola guardava il cellulare tanto per fare qualcosa, che messaggi non ne arrivavano da un po' e lì internet si prendeva male.

Tutto si era concluso, puff, come una bolla di sapone. Lola andò a recuperare Tessa di fuori al bar, ma stava conversando tanto amabilmente con Simone che era un peccato disturbarli... non si fece nemmeno vedere e ritornò indietro. Rientrò.
Jessie Mix - disegno paint by dreamer

Lola, il mio Simone?” chiese Jessie, impaziente.
Non lo so... Adesso che ne dite di assaggiare un buon vino? Ve lo offro io...”
Era un modo come un altro di scaldare, in modo cordiale stavolta, l'atmosfera.
Si presentò un cameriere diverso, un omone di nessun appeal, chiesero il vino e basta. Jessie aspettava ancora Simone, sbuffando come una bambina.
Simone lavora, Tessa è in bagno, mi hanno lasciata da sola...”
Puoi parlare con le altre ragazze, no?” le disse Lola.
Le amiche di Barbara, certo...”

   
le mie partite di Ruzzle

Era un periodo che lei e Barbara non si prendevano – o si prendevano a schiaffi! - non si capiva nemmeno perché. La vera ragione non veniva mai fuori nelle loro sclerate.
Già doveva immaginarselo che sarebbe stato un problema metterle insieme: quando Barbara aveva detto di non sapere nulla del nuovo uomo di Jessie, avrebbe dovuto considerare che avevano smesso di farsi confidenze da un po'.
Dai, Jessie, fallo per me” le disse nell'orecchio.
Che palle ok” rispose lei tra i denti.

Si avvicinò alle ragazze:”Beh, allora voi lavorate con Barbara?”
Sì perché, cerchi complici per farla fuori?” rise Carla. Oltre alla politica, adorava qualsiasi complotto. “No, dai, scherzo... Siamo nello stesso reparto, ci occupiamo di spot per la televisione”
Io per la radio” intervenne con molto sforzo Gemma, che non si vergognava poi tanto dopo tutto quello che aveva visto...

Fine 15a puntata

Avete mai giocato con questo? Tenerissimo!!!



< Puntata 14 - Puntata 16 >

New Amori - puntata 14

<     Puntata 13 - Puntata 15  >

Jessie - by dreamer

Jessie correva come una scalmanata sul vialetto del ristorante: “Te l'ho portato, Lola!”
Per un attimo aveva sperato di poter tenere segreta la storia del diario, e di lasciare alle altre il palcoscenico... No, per Jessie la parola “discrezione” non esisteva! 
Beh, no, in realtà la cena era in onore di Bambi e di questo nuovo amore, e l'amica nemmeno lo sapeva del ripensamento. Doveva prendersela solo con se stessa. Lasciò veloce questi pensieri. Indossò il miglior sorriso e: “Eccoti, Jessie, mancavi solo tu! Guarda, è arrivata la tua amica dall'America!”
“Oh, Tessa, sei favolosa! Fatti abbracciare!”
“La mia Jessie! My bitch!!!” esclamò l'amica.
Le altre si guardavano imbarazzate, non sapendo se dare effettivamente quel significato alla parola... chissà, in America...
Bambi e Lola - Mii by dreamer 

Come si dice da voi, puttana?” chiese.
Ecco, dubbi chiariti. Si sentirono tutte libere di fare un sorriso e di continuare le presentazioni.
Sì, Tessa, ma da noi non si usa in modo affettuoso. Piuttosto si dice “stronza”...”
E quindi l'americana stava per rivolgersi in quel modo colloquiale alle altre: “Ehi, come va, s...” ma Jessie le tappò la bocca con la mano e le sussurrò nell'orecchio: ”No, non dire niente, si offendono. Quando mi viene in mente una parola adatta te la dico.”
“Ah, ok, I see. Ciao, ragazze, il mio nome è Tessa, from New York City”
Ciao, sono Lola ma lo sai già, te l'ho detto appena sei arrivata, ma così mi presento anche alle altre.” e con lo sguardo indicò il gruppetto delle amiche di Barbara, che erano rimaste in disparte. “Avanti, venite qui, che entriamo. Ci siamo tutte tranne Barbara, che si sa farà tardi.”
Barbara ed Eloisa - Mii by dreamer

Le tipe si avvicinarono, non troppo entusiaste di essere state lasciate lì dalla collega.
Prima ci invita e poi non si presenta...” brontolò Eloisa. Il proposito di Barbara di arruffianarsele non stava prendendo una bella piega!
No, adesso arriva. Con lei bisogna calcolare sempre mezz'ora di ritardo. Se non avesse dovuto dirlo anche a voi, vi assicuro che le avrei dato un orario diverso! Le avrei detto le 9 e mezza o anche le 9...” cercò di salvarla Lola.

   
Un'idea di che tipo di ristorante ha scelto Lola... romagnolo direi

Arrivò il cameriere ad accoglierle sulla porta: “Buona sera! Quante siete?”
Siamo sette, ma ho prenotato la saletta Tramonti...” spiegò Lola.
Benissimo, seguitemi”. Era un bel ragazzo, alto e magro, moro. Forse troppa barba per un visino dai lineamenti tanto delicati.
Mentre si accomodavano, Jessie gli chiese: “Ci servi tu, vero?”
Mah, veramente...” rispose impacciato il ragazzo.
Di' al capo che abbiamo richiesto espressamente la tua presenza!” continuò. A una così bella ragazza non si poteva negare niente. “Se fa storie mandamelo qui!”
Il ragazzo fece dietrofront per nascondere il rossore, era molto imbarazzato. Chiuse la porta.
Jessie e Simone - Mii by dreamer

“Ma sei scema, Jessie? Facciamoci riconoscere subito!” l'apostrofò Lola.
“Capirai! Per esprimere una preferenza... non siamo in democrazia?”
Ah ah, almeno i camerieri possiamo sceglierli!” disse Carla, cuore votato alla politica.
Non cominciare, tu! Che già in ufficio ci fai una testa così coi partiti e la legge elettorale e il patto di nonsocosa...” la sgridò Eloisa. La più severa del gruppetto.
Rimaneva Gemma, molto timida e sulle sue. Ad ogni battuta rispondeva con un sorriso o uno sguardo di complicità, raramente le si poteva estorcere una frase. Se andava bene, un monosillabo.

Oggi ti sei fermata per gli straordinari, Gemma?” le chiese Carla, per portarla nella mischia. Così accontentava anche Eloisa, che voleva l'ufficio “una dimensione apolitica e apartitica”.
Gemma rispose: “Sì.”
Lola aveva subito capito il problema, invece Jessie non era molto attenta a queste dinamiche che si svolgevano attorno a Gemma, per farla sbloccare un pochino. Classico di una ragazza abituata a stare al centro dell'attenzione e ad ignorare gli altri, tanto più quelli che non facevano nulla per emergere. Si sovrappose quindi dicendo:” Avete visto i cosplayer ieri sera? C'era anche un mio amico!
        
Whattafak - personaggio supereroe by dreamer

E facilmente -chi poteva negare qualcosa a Jessie? - la conversazione virò in quel senso, lei a raccontare del suo amico che si era vestito da Whattafak, e che la giuria l'aveva riempito di complimenti...
Pensate che la giapponese che era in giuria gli ha fatto anche la foto! Sì, lì dal bancone dei giurati, spudoratamente! E infatti poi è arrivato secondo.”
Tu, Jessie, ti sei mai vestita per un cosplay?” le chiese Eloisa, in tono indagatore. A lei non piacevano molto. E se poteva appiccicare una connotazione negativa a quella stangona inarrivabile, era contenta.
Vestirsi da dominatrice vale?Ah ah!” rispose la modella.
Eloisa ci rimase male. Immaginarla in maschera la abbassava di livello, ma chiaramente in quelle vesti ci guadagnava soltanto. Quindi bella e pure con una vita sessuale movimentata... l'invidia la pervadeva, potente. “Scusate devo andare alla toilette”.
Uscì dalla saletta bruscamente, e quasi travolgeva il cameriere – quello richiesto da lei, grrr! - che portava degli assaggini e i menù.
leggi la sua avventura qui

Arrivata in bagno, si guardò nello specchio pensando: “Ma cosa mi manca? Non mi manca proprio niente! Respira, Eli, respira...” Purtroppo il suo difetto (e maledizione) era il mettersi continuamente in competizione con gli altri, anzi le altre. Con Barbara era una vera guerra, in ufficio, e non solo perché concorrevano per la stessa promozione. E nemmeno l'avesse evocata per magia, eccola comparire lì, nello stesso specchio.
Ciao, Eloisa! Siete già arrivate? Sono passata a rifarmi il trucco che ero con Michele... Ti ho parlato di Michele?”
No.” rispose lapidaria.

“E' un amore, troppo dolce!” continuava l'altra, armeggiando col piccolo beauty case.
Approfittò del momento in cui doveva stare zitta per darsi il rossetto, per scappare da lei e dalla fastidiosa conversazione:“Raggiungo le altre che stiamo per ordinare.”
Eloisa non solo non aveva delle notti trasgressive, non aveva proprio il ragazzo, da più di un anno. Logico che fosse furiosa e invidiosa verso tutte. Cioè, logico proprio no, succede di essere single mentre le amiche sono fidanzate... diciamo che, anche se suona malissimo, era logico nella logica di Eloisa.

   
Nel menù del ristorante... e chi non mangia i carboidrati sta zitta e resta a guardare! 

Quando rientrò nella saletta, il cameriere era seduto al suo posto, per chiacchierare con Jessie: “Scusami...” gli disse algida.
Sì, il tuo posto...” farfugliò lui, e le porse la sedia. Girò intorno alla modella per sedersi dalla parte opposta, sul termosifone.
Davvero, Simone, ti piacciono i manga?” continuava a sedurlo lei.


Eloisa alzò gli occhi al cielo pensando: “Ma tutta la sera così?” Non era una gran prospettiva. 

(ho cercato di sistemarlo, ma in bozza è giusto e invece qui pubblicato mi scrive qualcosa più piccolo, qualcosa più grande... Non si aggiusta mi dispiace...)

<     Puntata 13 - Puntata 15  >

New Amori - Attorno a Lola

Abbiamo già visto le tre cattive ragazze qui, dove avete trovato una breve descrizione. Ora vediamo i personaggi che gravitano intorno ad ognuna delle tre.
A Villa Rover, dove ora abita solo Lola (ma ci abitava anche Jessie, finché era fidanzata con Alan) troviamo:

SAM ROVER

Sam Rover, fratello maggiore di Alan. Serio, impegnato, lavora nel ramo finanziario come il padre. Poco espansivo, musone, trascura la fidanzata Lola, che ha portato qua dal sudamerica. Molto geloso e violento da quando ha scoperto che lei ha amici virtuali maschi.

ALAN ROVER

Alan, il minore dei fratelli Rover. Ricchissimo, single, corteggiatissimo. Era fidanzato con la modella Jessie Mix, con la quale appariva sui giornali di gossip. Ora ci finisce con le sue nuove "amiche". Tra feste e scandali, riuscirà a mettere la testa a posto?

Le Belvedere, la casa di lusso più costosa d'America
Villa Rover assomiglia a questa: Le Belvedere, Bel Air costa 72 milioni di dollari...
(tutte le foto ritraggono questa "casetta", da deluxeblog.it)

LOLA 
versione casalinga e versione carina:

Lola, 30 anni, di origini sudamericane. Vive col ricco fidanzato Sam in una villa da favola, prigione dorata che le sta stretta. Conosce in chat alcuni uomini, tra cui Virgi (Virgilio) e Bambi (Bamboccetto). Ha il vezzo dei diminutivi, tanto che il suo guru (guida spirituale e psicologo) cinquantenne, lo chiama Gu. È l'artista del trio delle Cattive Ragazze, è aspirante stilista. Ha un carattere riservato e solitario. Di formazione religiosa e bigotta, ha trovato solo ora la sua femminilità, roar!!!
la camera di Lola
JESSIE 
versione casalinga e versione carina:

Jessie Mix, personaggio determinato... Ha 20 anni quando lascia il ricco Alan Rover e la villa da favola (dove c'era anche Lola) per tentare da sola la carriera di modella indossatrice. Alle prese con la vita difficile dei comuni mortali, deve trovare il modo di arrivare a fine mese. Vive da sola, è ancora single e non cerca relazioni importanti. Legata a mr H un famoso fotografo, da una passione tanto forte quanto passeggera. 
Sa divertirsi, recupera il tempo perso quando era fidanzata, vuole aiutare Lola, la carcerata, a fare lo stesso. Alan Rover per colpa di uno stupido incidente stradale, le ha lasciato una brutta cicatrice alla caviglia che è un grosso ostacolo in ogni casting.
 Le Belvedere, la casa di lusso più costosa d'America
Il personale di Villa Rover:
JEREMY
Guida il motoscafo, generalmente il cruiser di Alan, mentre Sam il suo grande yacht preferisce mandarlo da solo. 

CAMELIA

La cameriera di Villa Rover, da quando i ragazzi erano piccoli. Ha preso in simpatia sia Lola che Jessie, ma Jessie un po' di più.


Nel cuore di Lola:


Bambi (Bamboccetto) è un ragazzo di 18 anni. Lola, che ne ha 30, lo incontra in una chat. E ne succedono di tutti i colori! Ma questa storia nasconde un mistero...
Questo personaggio è anche rappresentato dall'attore Matt Bomer, al quale il Mii voleva assomigliare (si fa quel che si può con gli elementi forniti... sì lo so non è nemmeno parente). 
la sala cinema tanto amata dai fratelli Rover

Virgi (Virgilio) è un amico di facebook di lunga data. Un confidente, un amico del cuore. 
Infine Gu (Guglielmo) è il suo guru. Gli fa da psicologo e da guida, da motivatore e da confessore. Gliel'ha affiancato Sam quando Lola era intrattabile e depressa. 
quale migliore saletta di meditazione...

A presto con nuovi personaggi! Ah, dimenticavo: li inserisco anche nelle prime puntate già pubblicate, andate a vedere che carino il cast!
Ciao dalle tre pestifere!!!
Jessie                        Barbara                         Lola
New Amori by dreamer 2014